''To Have and Have Another. A Hemingway Cocktail Competition''

#COCKTAILDALEGGERE

Per concludere l'estate con un libro che va oltre i limiti dell'immaginazione, il Team di Nonsolococktails propone: To Have and Have Another. A Hemingway Cocktail Companion, scritto da Philip Greene.




Questo affascinante manuale del barman offre una visione unica dell’opera dello scrittore e noto conoscitore di cocktail Ernest Hemingway, attraverso una storia ricca di aneddoti e di ricette direttamente connesse all’autore e ai suoi romanzi.

Si tratta di un'edizione rivisitata, aggiornata e ricca di foto in cui P. Greene descrive in modo dettagliato le abitudini di consumo del protagonista.

L'autore consiglia a chi legge di dotarsi di un set di bar tools, ingredienti, bicchieri e ovviamente di godersi la lettura in un luogo ordinato, pulito e ben illuminato.


Di seguito un passaggio del libro:

P. Greene, ''To Have and Have Another. A Hemingway Cocktail Companion'', p. 8

‘’Hemingway was likely introduced to both Campari and vermouth in Italy during World War I, while serving as a Red Cross ambulance driver. In fact, during a conversation with Gertrude Stein in A Moveable Feast, he mentions an old man who used to visit him in the hospital in Milan when he was recuperating from nearly being killed by an Austrian trench mortar. The man would bring him bottles of Marsala or Campari, which was all well and good until one day he went a bit too far with his alleged friendship...''










Buona lettura a tutti!








POST RECENTI