Sartorial @ Ceresio 7...





Ceresio7 presenta la nuova cocktail list, creata dal bar manager Guglielmo Miriello e il suo team.


Con questa nuova carta Ceresio7 crea un percorso sensoriale alla scoperta del mondo tessile e delle sue origini. Tutto è materia ed il primo elemento a cambiare contenitore e sostanza è proprio il menù, realizzato interamente in tessuto Jacroki, un materiale naturale ed ecologico, composto principalmente da cellulosa e brevettato, creato dall’azienda Okinawa. Consegnato al cliente arrotolato e chiuso da un sottile laccio di cuoio, il menu rivela da subito l’esclusivo percorso che il cliente sta per approcciare.


L’ispirazione, come ogni cosa pensata e creata a Ceresio7, è arrivata grazie a un intenso lavoro di squadra: l’idea dei tessuti nasce sia per dare alla clientela un’esperienza nuova e mai provata, sia per ricordare e celebrare la connessione con il mondo della moda e del design, origine del concept di Ceresio7.


Il nome Sartorial, si forma dall’idea di creare un’esperienza personalizzata e su misura. Proprio come un abile sarto crea i suoi abiti con passione e premura, il team di Ceresio7 studia ed elabora i drink. Un “laboratorio della mixology” quello di Ceresio7, dove Guglielmo e gli altri bartender (Abdel, Santino, Dario, Federico) effettuano, spesso in anticipo, le basi per le preparazioni dei cocktail. Il lavoro di preparazione a volte necessita ore o giorni e permette la completa estrazione degli aromi utilizzati al fine di dare tempo ai differenti sapori e fragranze di miscelarsi e combinarsi.

La carta è divisa in due sezioni: Textiles, nata dallo studio approfondito dei materiali tessili e dalle lavorazioni sartoriali, è composta da cocktail "disegnati" pensando all'eleganza e alla raffinatezza di tali tessuti l’altra è You inspire me, una selezione ispirata ai grandi classici rielaborati.


In Textiles ogni cocktail rappresenta un tessuto. Una carta ideata per attivare tutti i sensi che raccoglie cocktail dalle texture sorprendenti e abbinamenti audaci e inaspettati.


Tra i cocktail troviamo Pride of silk, ispirato alla seta, con ingredienti provenienti dal Giappone, come i kumquat, il mandarino Miyagawa ed il whisky Nikka from the Barrel con sentori di camomilla e miele di acacia; viene servito in una particola “tazza” giapponese con ornamenti floreali orientali.


Purple velvet, ispirato al velluto. Questo cocktail ha un chiaro richiamo all’Italia, in particolare alla Toscana poiché è un’innovativa versione del Negroni. Viene ricoperto da un’emulsione per richiamare la sensazione del “velluto”, creata con con albumi, vino Chianti e sherbet agli agrumi.


Organza, ispirato all’omonimo tessuto. La leggerezza del materiale è trasmessa grazie da un processo di chiarificazione del cocktail chiamato milk wash, tecnica che, attraverso la coagulazione del latte con acido citrico, permette di decolorare il cocktail che viene poi passato in una centrifuga Spinzall, permettendo di chiarificare e pulire la texture del drink e renderlo morbido e setoso, pur mantenendo una giusta acidità e freschezza.


Smoking, certo è il richiamo al celebre abito. Il drink è ispirato all’ Old fashion in cui lo zucchero della ricetta originale viene sostituito da uno sciroppo del cocktail “Le Vieux Carrè”. Di grande impatto visivo, viene servito in una bottiglietta colmata con del fumo di legno di ciliegio. Viene poi versato nel bicchiere dove il fumo rilascia l’aroma e diventa evanescente.


Star of Gins, ispirato al tessuto jeans; dal colore turchese, è un cocktail dalle note balsamiche e aromatiche, preparato con un ingrediente particolare che regala una piacevole sensazione umami: lo sherbet di oliva di Nocellara ed erbe aromatiche. Viene servito in un tumbler basso caratterizzato da una sottile striscia di tessuto in jeans.


Between the sheets, ispirato al lino, si lascia influenzare dall’Antico Egitto per la ricerca dei suoi ingredienti, troviamo quindi note dolci di albicocca, a ricordare l’antica bevanda, Qamar al-Din, a base di albicocca.


La lista dei cocktail You inspire me ci regala invece sorprendenti rielaborazioni e rievocazioni di momenti importanti nel mondo della mixology.


Tra i cocktails troviamo Wood, ispirato al Cosmopolitan. Del celebre cocktail ha il colore rosa, dato non dal cranberry ma dalla polvere di barbabietola, insieme alle note aspre, frutto di una lavorazione di acido ascorbico e acido malico con liquore all’arancia e glitter alimentari.


Hellfire nasce per incuriosire e stupire ed ha un look estremamente sensuale, grazie al suo ingrediente principale, il peperone rosso. Questo viene arrostito e, insieme al cocktail, cotto a bassa temperatura per due ore. Questa tecnica permette di sprigionare tutta l’aroma del peperone lasciando il cocktail limpido, “pulito” e facilmente bevibile. A questo equilibrio viene poi aggiunta una nota piccante del peperoncino Ancho e il gusto deciso e lievemente affumicato del Mezcal.


Centenario è una celebrazione del Negroni che nel 2019 celebra i suoi 100 anni. Qui vengono aggiunte note esotiche, utilizzando, al posto del gin, un distillato aromatizzato con spezie ed erbe botaniche asiatiche mixato con un gin Finlandese invecchiato in botti di quercia bianca, Bitter Riserva Martini, vermouth e Barolo Chinato. Viene servito in una bottiglietta con un’etichetta che è un omaggio al Negroni.


Penicellin #2 è un twist sul cocktail creato al Milk & Honey nel 2005, viene riproposto a base di Mezcal e tequila al posto dello scotch Whisky, con sherbet agli agrumi, zenzero fresco e nettare di agave. Viene servito in una bottiglietta “farmaceutica” con un’ironica etichetta.

Shirley is Back, Spice moon, Spring garden sono le divertenti e creative proposte analcoliche di You inspire me, in linea con la filosofia del cocktail bar di Ceresio7 che da sempre riserva passione e attenzione anche a questa tipologia di proposte.


“Pensare e creare la carta Sartorial mi ha dato la possibilità di sperimentare tecniche diverse e giocare con sapori e consistenze. Tutto nasce dalla voglia di incuriosire e sorprendere i nostri clienti, con l'obiettivo di regalare emozioni sia agli appassionati che a chi si avvicina ora al mondo della mixology.”


Guglielmo Miriello, bar manager Ceresio7


#guglielmomiriello #ceresio7 #nonsolococktails #milanodabere #cocktails #sartorial